.
Annunci online

 
satiraglio 
dire la verità ridendo: cosa lo vieta? (Orazio)
Per suggerimenti e insulti:
satiraglio[at]gmail.com
home <%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca

 

Segui Satiraglio!


Facebook Buttons By ButtonsHut.comFacebook Buttons By ButtonsHut.comhttp://www.facebookloginhut.com/facebook-login/

 

______________________________

 

In Redazione:

 

Felice Attianese

Alfonso Biondi

Francesco Gambardella

Silvia Scotto di Covella

Annarita Spiniello

______________________________


virgincasino | POSHBINGO | Casino school | Casino | online poll


 

articoli | vignette&fotomontaggi | spicchi d'aglio | alium satirum |
 
Diario
1visite.

14 gennaio 2012

Sims City

di Felice Attianese

I Baschi non riconoscono la Padania. Duro colpo per le convinzioni dei leghisti, che già erano stati rinnegati da Pufflandia e Topolinia.



18 novembre 2011

Abbiamo un nuovo recordddddddd

di Felice Attianese

Record alla camera: 556 sì per il caffé dopo la votazione. 61 contrari: i leghisti preferivano un grappino.

14 novembre 2011

Padanilandia

di Felice Attianese

Bossi riapre il parlamento padano, ma prima deve trovare le chiavi. Il Trota le ha perse.

19 ottobre 2011

Non solo medio

di Alfonso Biondi 


Montecitorio: Bossi fa 12 sbadigli in 19 minuti. E' pronto per le paralimpiadi


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bossi montecitorio fiducia lega

permalink | inviato da Alfonso Biondi il 19/10/2011 alle 0:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

3 settembre 2011

Manovra di merda (si può dire manovra?)

di Alfonso Biondi  





Molta gente crede che per redigere una manovra di merda siano necessari solamente pochi minuti. Purtroppo non è così: il tira e molla sulla manovra economica, infatti, va avanti da moltissimo tempo e l’ultimo vertice tra Pdl e Lega è durato ben 7 ore, preliminari inclusi. Vediamo cosa è successo nell’ultimo e decisivo incontro. 

Per il Pdl, oltre a Berlusconi e Tremonti, erano presenti anche Gasparri, Alfano e un fantoccio di legno (rivelatosi al termine dell’incontro l’esponente del partito con maggiore personalità). I pidiellini erano vestiti di tutto punto: giacca, cravatta, scarpe eleganti, giarrettiere (con B. non si sa mai) e orologio del Milan.

Il Carroccio invece s’è presentato con Bossi, la cui canottiera è parsa eccessivamente formale per l’occasione; Calderoli, vestito solamente con una pelle di dromedario ucciso da lui stesso a mani nude; Maroni, vestito come uno del Pdl ma con degli occhiali del cazzo; e un orso bruno, inizialmente adescato per rivestire il ruolo di intellettuale del partito (qualcuno dice con la promessa di una candidatura a consigliere comunale di Gallarate), poi divenuto una lauta merenda nel corso della lunga riunione.

L’incontro, dicevamo, è durato in tutto 7 ore: un lasso di tempo decisamente congruo per scaccolarsi (Bossi), degustare degli ottimi panini all’orso (Calderoli) e riallacciare i vecchi rapporti coloniali con le amazzoni di Gheddafi (indovinate chi).

Mentre ognuno si faceva i cazzi suoi, Gasparri si occupava di stilare la manovra, il tutto rigorosamente da solo. Ne è uscito fuori un provvedimento che prevedeva un contributo di solidarietà sulle pensioni inferiori a 1000 euro, l’aumento di un anno dell’età pensionabile dei calciatori e l’accorpamento di Lazio e Campania.

Quando ormai s’era fatto tardi e bisognava dire qualcosa ai giornalisti fuori Villa San Martino, Berlusconi, dopo aver stranamente bocciato gli emendamenti di Gasparri, ha buttato giù  4 cazzate e s’è presentato ai cronisti col solito fare trionfante: “Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani”. Che in quel contesto suona un po’ come “Metteremo qualche altra cosa in qualche altra parte degli italiani”. Poi, dopo aver sparato altre minchiate col fucile di precisione, ha concluso: “Dopo le ultime modifiche la manovra è sicuramente più equa”. Già. Colpirà sia i poveri che i non ricchi.


Share

28 luglio 2011

Idoli

di Felice Attianese

Bossi risponde a Napolitano sui Ministeri al Nord: "Le sedi non si muovono da lì: abbiamo già costruito l'altare per Alberto da Giussano"



Share

27 luglio 2011

Il Papa nero

di Alfonso Biondi  



Dopo la votazione del 20 luglio alla Camera, Alfonso Papa è momentaneamente domiciliato a Poggioreale. L'ambiente è molto più angusto di Montecitorio ma, almeno, c'è gente onesta. 

L'ex magistrato e attuale deputato del Pdl risulta indagato nell'ambito dell'inchiesta sulla P4: nello specifico si tratta di una loggia massonica simile alla P2 ma con 60 giga di memoria in più. Le accuse a suo carico sono quelle di corruzione e rivelazione di segreto, anche se, come più volte ha ripetuto Papa, non può assolutamente essere considerato un segreto il fatto che Gianni Letta sia un bell'uomo. 

Rispetto ai teoremi della Procura, l'omonimo di Ratzinger s'è dichiarato sempre innocente e agli occhi degli abituè dell'OKtoberfest è parso molto strano che la Camera abbia votato per il suo arresto. Papa aveva infatti offerto all'aula delle solide prove a suffragio della sua innocenza: tra queste anche un foglio A4 con su scritto "Non sono stato io". 

Gli onorevoli, però, non hanno creduto alle sue buone intenzioni. Determinante in questo senso è stato il voto della Lega: il partito di Bossi non è riuscito a soprassedere alle accuse mossegli dalla Procura, in primo luogo a quella di essere napoletano.

Berlusconi l'ha presa malissimo e ai cronisti che lo assediavano dopo la votazione ha dichiarato: "Non voterò mai per mettere le manette a qualcuno se quel qualcuno non indossa delle giarrettiere rosse e non è stato prima sculacciato". Viva la libertà.


Share

16 giugno 2011

In medio stat virtus

di Alfonso Biondi  


A un giornalista che gli chiedeva del futuro del governo Bossi ha mostrato il pollice verso. Dimostrando così di avere un dito per ogni occasione.


Share

19 maggio 2011

Ballottaggi sauditi

di Alfonso Biondi 

Al Qaeda ha nominato il successore di Osama Bin Laden. Non è Pisapia
.                          
                                                                                                                                          
                                                                                                                                           
Share

18 maggio 2011

M(or)atti da legare

di Alfonso Biondi 



Miracolo a Milano: Pisapia dà un bel 7% di scarto alla Moratti e la porta al ballottaggio. Eppure la campagna elettorale della Bat-mamma era sembrata impeccabile: "Pisapia è un terrorista, Pisapia è un drogato, Pisapia nel 1944 rubò un carro armato a dei bambini sordomuti e lo usò per sterminare gli elettori moderati di Gallarate". Forse stavolta il partito dell'amore non è stato troppo coccolone.

I milanesi hanno dimostrato infatti di non gradire le dichiarazioni di Letizia, ma sono sicuro che se le stesse dichiarazioni le avesse fatte a Tibunctu, i timbuctoniani (o come cavolo si chiamano) non l'avrebbero punita così severamente. Anche perché, con vostra licenza, a Timbuctu non parlano l'italiano e, soprattutto, non sanno chi cazzo sia Pisapia.

Ma torniamo nel capoluogo lombardo, dove le cose per la Moratti si sono notevolmente complicate. Il Pdl non può permettersi assolutamente di perdere, anche perché Bossi è talmente incazzato che per mangiare il taleggio sta usando le posate. E allora che si inventerà stavolta Berlusconi? Non ne ho idea, ma sicuramente riuscirà ad infilare le troie da qualche parte.



Share

sfoglia
dicembre       
 
 
wikinotizie.com Italian Bloggers blog tools Aggregatore di blog Humor blogs & blog posts Humor blog directory immagine Blogarama - Blog Directory Notizie dall'Italia e dal Mondo Blog360gradi – L’aggregatore di notizie a 360 gradi provenienti dal mondo dei blog! segnala il tuo blog su blogmap.it blog search directory Segnala un Blog Blog di satira politica e di costume Feedelissimo Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog Bottone Scambio Directory Pubblicitaonline.it