.
Annunci online

 
satiraglio 
dire la verità ridendo: cosa lo vieta? (Orazio)
Per suggerimenti e insulti:
satiraglio[at]gmail.com
home <%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca

 

Segui Satiraglio!


Facebook Buttons By ButtonsHut.comFacebook Buttons By ButtonsHut.comhttp://www.facebookloginhut.com/facebook-login/

 

______________________________

 

In Redazione:

 

Felice Attianese

Alfonso Biondi

Francesco Gambardella

Silvia Scotto di Covella

Annarita Spiniello

______________________________


virgincasino | POSHBINGO | Casino school | Casino | online poll


 

articoli | vignette&fotomontaggi | spicchi d'aglio | alium satirum |
 
Diario
1visite.

5 giugno 2011

Tutti quanti insieme salteremo in aria Boom. Aspettando il 2070...

di Alfonso Biondi  





Italia, 2070: Tiberio Minzolini (successore di Augusto) va in onda con un'edizione straordinaria del Tg1: “Cinque minuti fa è esplosa la centrale nucleare di Roma, al momento i morti solo solamente “ecciù” (starnuto), il rischio contaminazione è “Coff coff” (colpo di tosse) e comunque gli esperti confermano che il maltempo sta lasciando la nostra penisola e che il gelato artigianale può star bene in una dieta equilibrata".

Gli italiani del 2070 non si fidano: ricordano ancora che Tiberio Minzolini riuscì a fare un servizio su Cocchi Dell'Utri (nipote del famoso Marcello) condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa senza mai nominare la parola "condanna". Internet è presa d'assalto, e su facebook e twitter l'informazione viaggia veloce: la centrale nucleare è esplosa davvero. Al momento sono morti gli operai che ci lavoravano e dalla struttura esce un fumo così nero che sicuramente ci vorrà parecchio tempo prima che venga scelto il nuovo papa.

Il reattore 1 è in pericolo, il nocciolo è fuso. Servirebbe dell'acqua, tanta acqua per raffreddarlo ma i privati, fiutato l'affare, ora la vendono a 70mila euro a bottiglia (quella da 50 cl). Anche l’acqua del mare costa uguale perché nel 2070 tutte le risorse idriche sono gestite dai privati. La tensione sale. Il governo cede alle richieste dei privati ma dopo la prima mezz'ora il preventivo raggiunge quota 140mila euro a bottiglia. 

L’esecutivo si accorge che la cifra da sborsare è astronomica e allora vara un decreto legge nel quale obbliga i cittadini a stanziare per la causa 50 litri d'acqua pro capite. Nel decreto la maggioranza infila anche un emendamento che dimezzerà la prescrizione per i reati di abuso sessuale. Nell’Italia del 2070 50 litri d’acqua sono un sacco di soldi. La spesa per le famiglie è enorme, ma il sacrificio è doveroso. In ogni casa al posto dell'acqua si inizia a bere il Vin santo, ma i cantucci scarseggiano e la situazione rischia di precipitare.

L’acqua però è stata raccolta. Sulla centrale ne vengono riversate tonnellate e tonnellate, ma non succede nulla. Vengono allora convocati d'urgenza i super consulenti del comune che però risultano essere tutti nipoti di Alemanno e vengono mandati a cagare.

La super protezione civile, d'urgenzissima, appalta i lavori alla ditta "Anemone è ancora tra noi Spa" che nel giro di 48 ore fa raddoppiare la percentuale di radioattività. Ma nei giorni successivi riesce a fare addirittura peggio e la radioattività raggiunge picchi così elevati da uccidere anche l'uomo radioattivo. La situazione peggiora col passare del tempo e milioni di italiani vengono contaminati dalle scorie.

Il paese è allo stremo e allora un centinaio di magistrati armati di molotov sfondano Palazzo Chigi e cercano di rapire PierVladimir Berlusconi (nipote di Berlusconi) per processarlo. Ma PierVladimir mostra un foglio di legittimo impedimento e i magistrati sono costretti a desistere.

L'intero paese è contaminato e 60 milioni di italiani sono costretti a lasciarlo. Prima di farlo però a turno si danno delle vigorose martellate sui maroni e pensano che a quel cazzo di referendum del 12 e 13 giugno del 2011 si poteva votare decisamente "sì". E per fortuna, si può ancora votare "sì".


Share

14 gennaio 2011

Un furfante è per sempre

di Alfonso Biondi 




La Corte Costituzionale s’è, finalmente, pronunciata. Il verdetto è sorprendente: “Le mignotte e le partite del Milan non sono un legittimo impedimento”. Strano, eh? Eppure quest’anno il Milan è primo in classifica… Valli a capire 'sti giudici.

Il cavaliere prima della sentenza aveva dichiarato: “Smonterò tutte le accuse, i processi contro di me sono ridicoli”. Già. In effetti parliamo solo di appropriazione indebita, evasione fiscale e corruzione in atti giudiziari. Per smontare tutte queste accuse, notizia di oggi, il premier ha deciso di farsi indagare anche per concussione e prostituzione minorile. Un genio.

Se andate su Wikipedia, digitate “Silvio Berlusconi” e scorrete velocemente la pagina, vedrete che a un certo punto balza agli occhi una grande tabella. Piccolo quiz: che ci sarà mai in questa tabella? Avete 3 opzioni:

1. Il repertorio di parolacce di Mara Maionchi (volume I)
2. L’elenco dei rapporti non protetti di Assange
3. I procedimenti giudiziari a carico di Berlusconi

Se non siete parenti di Gasparri fino al 4° grado, potrete facilmente capire che, avendo digitato Silvio Berlusconi, la risposta esatta poteva essere solo la 3. Bravi! Avete vinto una notte d’amore con un cactus texano (che è sempre meglio di qualche signora che sulla rete si spaccia per focosa).

Nonostante queste accuse infami, io sto sempre dalla parte del premier e ci starò sempre (mi ha promesso un garage ad Antigua, ma mantenete il segreto). Silvio non devi preoccuparti, per i processi c’è sempre la prescrizione! Curiosità: lo sapevate che qualche anno fa i termini di prescrizione sono stati ridotti e, in alcuni casi, dimezzati? La legge si chiamava ex-Cirielli e fu fatta da un certo governo Berlusconi. Un curioso caso di omonimia.



Share

6 luglio 2010

(Di)missione impossibile

di Alfonso Biondi

Proprio non gli parve vero
quando ebbe la notizia:
gli fu dato il dicastero
della lotta alla calvizia.

Passato poi qualche minuto,
s’appellò all’impedimento,
ma nessun rimase muto
per il brutto accadimento.

Oggi il Brancher, tormentato,
ha dato le sue dimissioni,
ma nessun s’è ricordato
del buon premier Berlusconi?

Tre processi gli son pendenti,
ma il Berlusca non si tocca;
per lui già tre impedimenti
e tutti serrano la bocca…


Share

28 giugno 2010

Impedimenti impegnativi

di Alfonso Biondi                                                                                                                                      
                                                                                                                                                 


                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          

Share

sfoglia
maggio        luglio
 
 
wikinotizie.com Italian Bloggers blog tools Aggregatore di blog Humor blogs & blog posts Humor blog directory immagine Blogarama - Blog Directory Notizie dall'Italia e dal Mondo Blog360gradi – L’aggregatore di notizie a 360 gradi provenienti dal mondo dei blog! segnala il tuo blog su blogmap.it blog search directory Segnala un Blog Blog di satira politica e di costume Feedelissimo Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog Bottone Scambio Directory Pubblicitaonline.it