Blog: http://satiraglio.ilcannocchiale.it

Interviste impossibili: il cane di Monti

di Alfonso Biondi 


L'altro giorno ho intercettato il sobrio quadrupede, riuscendo a fargli qualche domanda sul suo padrone e sui provvedimenti che tamponeranno gli italiani.

Alfonso Biondi: Buongiorno
Cane: Bau.

A: Premetto che mi trovo un po’ in difficoltà ad intervistare un cane. Sa, è la prima volta che…
Cane: Non si preoccupi, mi tratti come un qualsiasi deputato del Pd.

A: Ok, credo possa funzionare. Dunque, iniziamo… Molti italiani pensano che la manovra sia stata scritta da un cane. Lei c’entra qualcosa?
Cane: Non vorrei prendermene tutto il merito, ma sulle pensioni e sull’Ici ho dato un contributo non indifferente.

A: Anche lei è laureato alla Bocconi?
Cane: Sì, economia con specializzazione in finanza.

A: Non avevo dubbi. Senta… il suo padrone ha dichiarato che rinuncerà allo stipendio da premier. Che ne pensa della sua scelta?
Cane: Sono d’accordissimo e io lo seguirò nell’austerità. Per ora ho deciso che una volta a settimana mangerò croccantini di maiale armeno al posto della solita fiorentina insaporita con aceto balsamico del ’74. In futuro potrei optare anche per privazioni più dolorose.

A: Davvero lodevole.
Cane: La ringrazio, ma in tempi di vacche magre l’esempio deve venire da chi ha di più.

A: Siamo d’accordo. A proposito… Come lei ben sa, alcune misure presenti nella manovra come la reintroduzione dell’Ici, il mancato adeguamento delle pensioni all’inflazione o l’aumento del prezzo della benzina surclasseranno le classi medio basse. Posso chiederle se questi provvedimenti le sembrano equi e se non finiranno col deprimere i consumi?
Cane: Lei può chiederlo.

A: Ehm... ehm... Passiamo ad un'altra domanda: quale sarà la prossima mossa del suo padrone?
Cane: Mario ha in mente diversi provvedimenti. Stamattina, proprio mentre mi portava ai giardinetti, mi ha detto che sta lavorando ad una tassa sul lusso.

A: Cioè?
Cane: Si tratta di un’imposta studiata per le famiglie che riescono ancora a permettersi due pasti al giorno.

A: Non le sembra un po’ esagerato?
Cane: Guardi, Mario ha detto che è l’Europa che ce lo impone. Poi gli italiani non se ne accorgeranno neanche: la notizia la faremo dare ad Elsa che per l’occasione scoppierà in lacrime.

A: Sta dicendo che il pianto del Ministro non era sincero?
Cane: Non sto dicendo questo, ma converrà con me che le donne hanno la lacrimuccia facile. La cara Elsa ha pianto perché non riusciva a pronunciare la parola “sacrificio”. Accade spesso anche alla mia cagnetta, ma in quel caso la parola è “pompino”.

A: Quest’ultima affermazione mi sembra poco bocconiana da parte sua.
Cane: Ha ragione, ma sono pur sempre un cane. Ogni tanto amo concedermi qualche volgarità.

A: Certo... Ehm.. Capisco. Ultima curiosità: Monti è davvero così freddo come appare in pubblico?
Cane: Assolutamente no! Pensi che una volta durante una rimpatriata tra ex bocconiani corresse il punch con dell’acqua minerale. Si sbellicarono tutti dalle risate.

A: Immagino… Allora la ringrazio e la saluto. E’ stato un piacere intervistarla.
Cane: Grazie a lei. Bau.

(da Biondi & Soda: http://biondiandsoda.blogspot.com/2012/01/interviste-impossibili-il-cane-di-mario.html)

Pubblicato il 7/1/2012 alle 12.40 nella rubrica articoli.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web